Commenti su Tra medico e malato, la narrazione di claudia celesti

Commenti su Tra medico e malato, la narrazione di claudia celesti

Sono d’accordo , e sarebbe bello che il dottore avesse il tempo materiale per ascoltare, tutto quello che vorrebbe dire il paziente, ma purtroppo non è così, oppure è il dottore stesso che non vuole sentire i suoi “affari”, o le sue “cose”. Bisognerebbe allora preparare il medico ad ascoltare con pazienza le lamentele del paziente, perché certamente sono lamentele. Oppure l’ansia di cui soffre lo porta al pessimismo della sua guarigione.

claudia celesti