Autore: Mauro Zampolini

Perdere 12 anni della propria vita, può significare non aver colto le opportunità per 12 anni, un rapporto finito male dopo 12 anni. Niente di tutto questo, puoi perdere quegli anni semplicemente perché li hai dimenticati. Non ti ricordi nemmeno di quella macchina impazzita che ha talmente “spremuto” il tuo cervello da farti perdere le connessioni che accedono ai tuoi ricordi, alla tua biografia. E allora ti svegli in un letto di ospedale, ti sembra di aver appena portato tuo figlio a scuola ma l’episodio era accaduto 12 anni prima. Tua moglie invecchiata, i tuoi figli ormai adulti, la loro adolescenza persa. Sei medico, anche bravo, esperto in alcune cose specifiche, semplicemente non ricordi ciò che avevi imparato.

Il tempo dell’ascolto. E’ stato questo il tema della tavola rotonda finale del Corso Nazionale SIMFER che si è svolto dal 21 al 23 settembre scorsi ad Assisi. Un evento che ha offerto all’Osservatorio di Medicina Narrativa Italia (OMNI) l’occasione di illustrare le basi epistemologiche e metodologiche dell’approccio narrativo e il suo fondamentale contributo al processo di umanizzazione della medicina, in particolare, nell’ambito riabilitativo. L’ascolto richiede...

Leggi tutto